la ricomparsa dei rosiconi

Di fronte alla miriade di specie animali differenti del nostro pianeta e generalmente preoccupati per la scomparsa di troppe di queste varietà, accogliamo con successo la notizia della ricomparsa del rosicone nel territorio del comune di Panicale. Di sesso maschile e femminile, il rosicone si riconosce da alcuni elementi contraddistintivi:

  • tendenza a raggrupparsi in miniscoli capannelli in atteggiamento da cospiratore;
  • capacità di modulare, senza troppo successo, il proprio atteggiamento ed i toni usati nel dialogo in relazione agli interlocutori;
  • evidente stato confusionale nei giorni immediatamente successivi al risultato elettorale;
  • tendenza alla facile irritazione di fronte alla pronuncia da parte degli interlocutori della parola Bianco;
  • a passeggio, tendenza al rapido spostamento dello sguardo in tutte le direzioni e su tutte le persone presenti nel suo campo visivo;
  • tendenza ad usare nei dialoghi gli adagi ” gliè l’avete dato il voto, ma adesso vedrete i danni che faranno”, “se avessimo vinto noi…”,  “ma ti lì ce sonno i comunisti”, “aposta vincon le destre”;
  • scarsa tendenza all’autocritica e spiccata tendenza ad addossare ad altri le proprie colpe.

Il rosicone presenta tutti comportamenti sopra descritti contemporaneamente, ma li condivide singolarmente con altre specie

castoro_hie dunque, in ultimo gli elementi contraddistintivi sono:

  • se isolato o in presenza di altro/i rosicone/i e quando convinto di non essere osservato, pronucia frasi tipo “porcaputt”, “te l’evo ditto”, “adè con facemo”, “c’honno ‘nculato”, “la colpa e de quilli de Perugia”, “si gimo avanti cusì…”;
  • tende a rosicare, con la propria dentatura, unghie, gomiti, abiti, spigoli, tavoli, con preferenza per gli oggetti in legno massiccio.

Alcuni ricercatori riferiscono di averli avvistati percuotersi i genitali o picchiare la parte alta del corpo indicata come “testa” su corpi contundenti o addirittura pronunciare frasi tipo “porci comunisti”, queste notizie però non sono ancora confermate, ne costituiscono evidenza sperimentale.

In caso di avvistamento segnalatelo al nostro blog e avremo cura di diffondere la notizia in ambito scientifico, aiutateci a salvare questa specie che credevamo estinta e avremo cura di evitarne la scomparsa, ma anche l’eccessiva proliferazione.

5 pensieri su “la ricomparsa dei rosiconi

  1. Grandi Compagni Panicalesi,
    complimenti per il risultato, e grazie per la messa in stato di emergenza!
    Aggiungiamo che questa specie perniciosa tende a mutare il proprio dna per adattarsi all’ambiente causando il completo depauperamente delle risorse.
    Strigatela!

  2. Devo dire che a parte dedicarmi la canzone “Angel” di Jimy Hendrix, questa è la produzione massima del mi’ marito!! C’ha avuto l’ispirazione dopo la porchetta per la festa della vittoria a Tavernelle, dopo la cena a sostegno di Sabatino sindaco a Marsciano e prima del festeggiamento coi comunisti a Casalini e della festa di rifondazione per Emiliano Pampanelli a Migliaiolo. I comunisti armagneno, arballeno e arscrivono!

  3. Grande Sanni, proporrò questo articolo al NAtGEo te lo comprano di sicuro…hahaha!!!
    Il rosicone, te sei dimenticato di dire, che è solito anche tentare di rientrare dala finestra dopo essere stato fatto cortesemnte fatto uscire dalla porta e, quando scoperto, adotta tattiche al limite della dignità (anche) animale bofonchiando frasi del tipo “Io nel segreto dell’urna ho votato per voi” oppure, “io sono stato costretto ma speravo che vincevate voi”, o ancora, “è la cosa migliora per la comunità”. A causa di questi epitetti il rosicone in una prima classificazione operata dagli addetti ai lavori era solito essere anche essere comparatocon alla specie dei “ruffiani”. Recenti studi hanno dimostrato che in realtà il rosicone è un’evoluzione degli stessi: mantiene tutti i caratteri originari ma, con una dignità ridotta praticamente a zero (si sotiene addirittura sia la conseguenza del prolungato contatto con i “Berluscones” altra razza famosa per smentire quello che era già stato smentito un minuto prima, che era la smentita di una falsità).

    A causa di questa contaminazione la nuova speciee è pericolosissima e seppur vada tenuta comunque in vita (mica si è qua dei fascisti) se ne consiglia la quarantena fino a nuova cura.

  4. Dovreste inviare l’articolo a Fulvia.. Sarebbe ottimo per Rieducational Channel! Occhio a specificare l’area geografica perché nel Perugino il Rosicone ha altre sembianze🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...