Se è mai esistito, esiste ancora il giovane “di sinistra”?

e soprattutto, milita nel PD? (tratto dall'”epoca dei grandi mutamenti” di S. Mezzasoma)

Difficile questione direi quasi esistenziale, che assume risvolti sociologici in una realtà come la nostra in cui post rissa elettorale il PD ancora diviso, cicatrizza le sue presunte ferite con 600 tessere precongressuali, cifra considerevole se considerate che quest’anno con 1350 si sono vinte le elezioni. Sto andando fuori tema e dunque torniamo a bomba (spero di non perdere l’ispirazione per la prossima volta in cui vorrei scrivere di tali tessere).

c'era una uolter i giovani democratici

c'era una uolter i giovani democratici

Si diceva dei giovani di sinistra, e va premesso che il giovane in quanto categoria generazionale poco mi interessa (forse anch’io rientro ancora fra i presunti giovani). Voglio però soffermarmi sulla parte “di sinistra”. Posto della grande crisi identitaria post muro di Berlino dei comunisti, va sottolineata la crisi identitaria (non saprei come altro chiamarla) dei giovani di sinistra. Come al solito sono più bravo (con presunzione) a sottolineare cosa allontana dall’essere di sinistra rispetto a ciò che avvicina e dunque vi lascio a questa breve riflessione.

“Le feste paesane, sagre, manifestazioni varie, in Umbria sono promosse da pro-loco  o associazioni per fare relazioni ed economia puntando sulla valorizzazione di prodotti e tradizioni e sulla partecipazione (versione buona). La musica ed il cibo rimangono gli elementi trainanti. Le feste dei partiti pur mutandosi verso lo status di sagra (perchè supposta maggiormente attraente), mantengono forte lo scenario che non si lega solo al territorio, ma anche ad un forte ideale politico. Generalmente si sceglie una sagra per il luogo e per la specialità, si sceglie la festa politica per il partito/movimento che la organizza.
Chiaro che se vado alla sagra della “torta al testo” di Pila PG non mi aspetto che la specialità possa essere il pesce di mare (anche se tutto muta) e se vado alla sagra del crostone di Strozzacapponi PG mi aspetto un crostone e non il pesce di lago. Per le sagre è impossibile assumere dibattiti stile festa politica, per le feste politiche è facile assumere tratti da sagra.

manichini WEBSITEDopo questa premessa mi spiegate comunque cosa cazzo c’entra un defilè di moda “Panicarola sotto le stelle” alla festa dei giovani progressisti (area PD)?”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...